Menu

Come realizzare un impianto elettrico in giardino

8 Giugno 2021
Come realizzare un impianto elettrico in giardino

Un giardino ben curato ha bisogno anche di una buona illuminazione da esterno per essere valorizzato nel migliore dei modi. Proprio per questo, realizzare un impianto elettrico in grado di garantire la giusta luminosità è la soluzione ideale per renderlo ancora più suggestivo. Come realizzare un impianto elettrico in giardino affidandosi al fai da te? Se hai tanta passione, e ovviamente anche un po' di dimestichezza con questo genere di impianti, non sarà un’impresa impossibile. Ecco come fare un impianto elettrico in giardino seguendo alcuni consigli utili.

Impianto elettrico giardino materiali quali scegliere

Per realizzare un impianto elettrico per giardino, il materiale giusto da scegliere deve riportare la sigla IP seguita da due cifre. La prima cifra del materiale elettrico per giardino varia da 0 a 6 ed indica il grado di protezione verso corpi solidi e polveri, mentre la seconda varia da 0 a 8 e indica il grado di protezione verso i liquidi. Ogni cavo elettrico da giardino deve quindi riportare questa sigla e, per garantire massima sicurezza e protezione dall’umidità, deve essere rivestito da una guaina apposita.

Inoltre, serve anche un quadro elettrico da giardino, fondamentale perché è quella parte dell’impianto elettrico che alimenta i circuiti e li protegge. Da qui partono le linee di diramazione che portano la corrente a tutti i dispositivi elettrici, ed è consigliabile in questa operazione l’intervento di un tecnico professionista che faccia da supervisore o che aiuti a collegare tutto perfettamente.

Progetto impianto elettrico giardino

È fondamentale la progettazione impianto elettrico in giardino, per individuare tutte le luci necessarie a renderlo più bello e accogliente. In genere a quello via aerea viene preferito l’impianto elettrico interrato giardino, che consente di non esporre i cavi elettrici a vista e non occupa spazio sul terreno.

Impianto elettrico giardino schema

Per stabilire con precisione quali sono i punti dell’illuminazione occorre preparare uno schema impianto elettrico per giardino, in modo da individuare l’illuminazione di base, quella per le ore notturne e quella artistica, che crea dei giochi di luce particolari. In genere si procede come segue:

  • Faretti da esterno a terra in prossimità della casa – con i faretti luce proiettati verso l’alto e verso il basso si mettono in risalto le pareti di casa e il punto in cui inizia il verde, un buon modo per far coniugare la casa e la natura.
  • Punti luce lungo il percorso del vialetto di accesso – in questo tratto sono consigliati dei segnapassi, la cui luce tenue è sufficiente per creare un’atmosfera d’effetto. L’alternativa è quella di posizionare dei lampioncini da esterni sollevati di poco da terra.
  • Luci lungo le siepi posizionate dal basso verso l’alto – una bella idea per valorizzare gli spazi e mettere in evidenza le piante principali o altri oggetti decorativi presenti in giardino.

Grazie allo schema impianto elettrico luci giardino è possibile curare al meglio ogni angolo di questo spazio, rendendolo ancora più bello e suggestivo.

Come fare l'impianto elettrico in giardino

Se non vi è alcuna predisposizione impianto elettrico giardino occorre fare degli scavi, per interrare le tubazioni isolanti e le cassette di derivazione contenenti i cavi elettrici. Ogni punto luce deve essere sviluppato basandosi sul progetto, in modo da eseguire l’impianto secondo lo schema preventivamente elaborato, possibilmente con l’aiuto di un tecnico. È bene seguire alcuni accorgimenti per svolgere questa fase nella maniera corretta:

  • Posizionare i cavi almeno a 50 cm di profondità in modo da proteggerli e non colpirli accidentalmente con attrezzi da lavoro.
  • Adagiare i cavi interrati all’interno di tubi che possano proteggerli adeguatamente da eventuali urti.
  • Nel caso optiate per luci led, aver cura di posare cavi a voltaggi bassi per ridurre il rischio di eventuali danni e trarre anche vantaggio dal risparmio dei consumi.

Nel realizzare l’impianto bisogna tenere conto anche dei pali dei lampioni, che devono essere collegati al pozzetto impianto elettrico giardino per la messa a terra prima di essere bloccati nei fori dei basamenti. Per collegarli al cavo della terra occorre praticare un foro nella parte metallica che rimane fuori terra e far passare un bullone con una rondella e un dado.

Normativa impianto elettrico giardino

L’impianto elettrico illuminazione giardino deve essere realizzato attenendosi a delle leggi specifiche regionali, formulate appositamente per regolare il fenomeno dell’inquinamento luminoso. Per far fronte a questo fenomeno le leggi vietano in genere flussi luminosi con componenti superiori ai 90°, e per essere in regola è quindi sufficiente installare corpi illuminanti dotati di adeguati sistemi di schermatura da posizionare a norma. Inoltre, per poter ottenere la certificazione dell’impianto elettrico esterno per giardino devi farti aiutare da un elettricista abilitato.

Come vedi, creare impianto elettrico giardino non è eccessivamente complicato, ma avrai bisogno anche dell’aiuto di un professionista per eseguire alcune fasi di lavorazione importanti. Ad ogni modo, con il fai da te avrai sicuramente risparmiato sul costo impianto elettrico giardino complessivo e potrai essere felice del risultato finale ottenuto!

Vai all'articolo precedente:Come collegare un interruttore: tutti i passaggi
Vai all'articolo successivo:Come fare un impianto elettrico esterno
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta

ATTENZIONE

 

A causa dell'emergenza Covid-19, potrebbero verificarsi dei ritardi nella consegna della merce.

Ci scusiamo per il disagio e ringraziamo i nostri gentili clienti.

 

LoginAccount
Torna su
Cookie Image