Come e dove posizionare le telecamere di videosorveglianza

23 Settembre 2022
Come e dove posizionare le telecamere di videosorveglianza

Le telecamere di sorveglianza sono un ottimo strumento per proteggersi dalle effrazioni e da eventuali intrusioni di persone estranee in casa.

Per risultare efficaci devono però essere installate con criterio e nei punti giusti. Come e dove posizionare telecamere videosorveglianza?

Dove posizionare le telecamere esterne? Dove posizionare le telecamere in casa? Ecco tutto quello che c’è da sapere su come e dove posizionare telecamere videosorveglianza.

Dove montare telecamere videosorveglianza

Dove installare le telecamere di sorveglianza? Il posizionamento telecamere videosorveglianza deve coprire i punti da cui entrano solitamente i ladri, ovvero la porta principale al piano terra e le finestre del primo piano.

La soluzione potrebbe quindi essere quella di posizionare telecamere esterne sopra l’infisso della porta o della finestra. Ma come posizionare telecamere per videosorveglianza per riprendere meglio eventuali effrazioni? Il consiglio è posizionarle bene in vista, in quanto il malintenzionato potrebbe desistere dall’entrare in azione, e installate come segue:

  • Dall'alto, installando la telecamera al soffitto oppure alla parete con gli appositi supporti e con l’obiettivo rivolto verso il basso, così che possa riprendere subito l’ingresso di qualsiasi malintenzionato. Con l’obiettivo posto verso il basso, inoltre, si ha una ripresa diretta dell’effrazione e si possono vedere i ladri in azione.
  • Frontalmente, installando la telecamera su un mobile o su un tavolino di fronte alla finestra o alla porta. Posizionando la telecamera di fronte alla porta d’ingresso si ha il vantaggio di coprire un maggiore spazio della casa.

Per individuare al meglio dove si possono installare le telecamere, bisogna tenere conto anche di altri fattori importanti, che sono l’altezza, il raggio di azione e l’illuminazione.

Telecamere di sorveglianza: fattori da considerare

Tre dei fattori più importanti da considerare quando si installano telecamere di sorveglianza sono l’altezza, il raggio d’azione e l'illuminazione circostante. Vediamo insieme perché.

Altezza

L’altezza è un aspetto da considerare sia nell’installazione della telecamera di sorveglianza in casa che all’esterno. La telecamera deve essere posizionata ad una certa altezza e in modo tale che non possa essere manomessa dal malvivente.

L’altezza giusta potrebbe essere quattro metri, considerata un’altezza equilibrata in quanto la telecamera può svolgere perfettamente la sua funzione e difficilmente può essere raggiunta dai malintenzionati. Bisogna comunque evitare di andare oltre questa altezza.

Raggio d’azione

Altro fattore importante della telecamera di sorveglianza è il raggio d’azione, che deve essere diverso a seconda dello spazio da coprire. Per gli ambienti ridotti vanno bene quelle con raggio ristretto, ma per quelli ampi occorre optare per telecamere con raggio d’azione più esteso.

Nell’acquisto del dispositivo bisogna quindi verificare sempre il raggio di copertura, in modo che permetta di controllare lo spazio dove deve essere installato.

Illuminazione

Importante è anche l’illuminazione, aspetto che non deve assolutamente passare in secondo piano quando si sceglie dove posizionare le telecamere di videosorveglianza. Infatti, una inadeguata illuminazione può ridurre l’efficacia del dispositivo.

Per questo motivo, nella scelta dell’installazione delle telecamere, bisogna tenere conto dei cambiamenti della luce nel corso della giornata. Allo scopo di aumentarne l’efficacia, occorre evitare sia la retroilluminazione che l’eccesso di luce. 

La retroilluminazione andrebbe a creare delle zone d’ombra, che non consentirebbe al sensore di distinguere bene le figure riprese, mentre la luce solare diretta avrebbe come effetto l’accecamento e ridurrebbe le prestazioni del sensore.

Conclusioni

Come già sottolineato, la telecamera di videosorveglianza va collocata in alto, stabilendo come altezza massima i quattro metri, ma bisogna tenere conto anche che il dispositivo deve essere cablato e collegato ad una fonte di energia elettrica.

Inoltre, è importante ricordare che anche se si tratta di telecamere wireless, nello scegliere la posizione bisogna tendere in conto la distanza dal ricevitore, altrimenti vi possono essere delle difficoltà nella ricezione del segnale.

Vai all'articolo precedente:Come illuminare la camera da letto: idee e consigli
Vai all'articolo successivo:Come illuminare il bagno: lampade e punti luce
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.

Iscriviti alla Newsletter ed ottieni il 10% di Sconto!

Subito per te un Coupon da utilizzare sul Tuo Acquisto!

Iscriviti subito×
Torna su