Menu

Come motorizzare cancello battente: tutti i passaggi da seguire

22 Giugno 2021
Come motorizzare cancello battente: tutti i passaggi da seguire

Motorizzare un cancello battente è una miglioria importante non solo per la comodità di non dover scendere dall'auto, ma anche come dispositivo di sicurezza fondamentale, che garantisce l'apertura del cancello solo a chi è in possesso dell'apposito telecomando, rendendo quindi più difficili le intrusioni.

Gli spazi angusti possono però rappresentare un problema in fase d'installazione. Pensiamo ad esempio di avere una delimitazione della proprietà sia a destra che a sinistra della nostra entrata: come sarà possibile far scorre il cancello in una delle due direzioni? Bene, per questo specifico caso viene in soccorso la tipologia di cancello battente, ed anche a questo è possibile applicare una motorizzazione efficiente e funzionale.

Come automatizzare un cancello a battente

Partiamo subito con lo specificare cosa sia un cancello a battente. Si tratta di un cancello con una o due ante, che si aprono e chiudono con un raggio di movimento che si sposta, comunemente, verso l'interno della nostra proprietà. Si contrappone a quello a scorrimento, che invece necessita di uno spazio almeno doppio rispetto alla sua lunghezza per scorrere appunto verso un lato del cancello stesso, in modo da generarne l'apertura.

Operazioni preliminari all'installazione del motore per cancello a battente

Nel momento in cui decidiamo di installare un automatismo cancello battente dobbiamo, come prima cosa, decidere il modello più adatto a motorizzare la nostra cancellata. Nella maggior parte dei casi sarà necessario dotarsi di un sistema a motore con un braccio articolato in grado di muovere il cancello per permettergli la corsa in apertura e chiusura.

La potenza del motore elettrico per cancello a battente e l'articolazione del braccio, che sposta fisicamente il cancello, dovranno essere scelti in base ad alcuni fattori, come: la grandezza del cancello, il suo peso e la corsa che desideriamo dare al movimento di apertura e chiusura.

Una volta scelta la tipologia di prodotto più adatta, si può passare alla vera e propria installazione del motore cancello a battente.

Come montare motore cancello battente

La comodità di questi prodotti è data dal fatto che non dovremmo prodigarci in lunghe ed invasive procedure di scavo per interrare motori o percorsi del cancello. Esistono infatti dei pratici kit cancello automatico battente che forniscono praticamente tutto il necessario per eseguire il lavoro.

Poniamo quindi di dover effettuare un'installazione motore cancello battente su di un ingresso a doppia cancellata. All'interno del kit automazione cancello battente troveremo i due motori elettrici, uno per ognuna delle ante del cancello. Questi motori andranno anzitutto fissati in corrispondenza dei due pilastri che sorreggono il cancello, incorporandone i cardini. L'altezza del posizionamento dei due motori deve essere identica e quindi sarà necessario prestare estrema attenzione alla precisione dell'operazione.

Per un lavoro efficace ed efficiente è sempre meglio affidarsi al miglior kit automazione cancello battente installato da un elettricista di fiducia. Un kit completo permetterà di terminare l'operazione in breve tempo, senza perdere giorni in attesa dell'arrivo del materiale mancante.

Una volta fissati i motori ai pilastri, si passa al posizionamento del braccio articolato su ognuna delle ante, avendo cura di scegliere la parte di cancello centrale, dove solitamente lo spazio di fissaggio è maggiore.

Schema elettrico automazione cancello battente

Ora che abbiamo visto come installare un motore per cancello battente, passiamo alla parte relativa allo schema elettrico dell'automazione cancello battente. In prossimità di uno dei pilastri, e dove ovviamente abbiamo la possibilità di far arrivare una linea elettrica, si installerà la scatola della scheda per cancelli automatici.

Questa, collegata con ognuno dei motori, permette l'apertura e la chiusura dell'impulso elettrico che genera il movimento dei battenti del cancello. Oltre ai motori, dalla scheda elettrica partiranno anche i cavi verso il lampeggiante, da porre sopra il pilastro scelto in precedenza. In ogni kit sono disponibili dettagliate istruzioni per il cablaggio dei vari componenti, ma affidarsi ad un elettricista esperto è comunque la soluzione migliore.

Posizionamento fotocellule cancello battente

L'ultima tappa prima della conclusione è il posizionamento delle fotocellule, utili ad evitare spiacevoli incidenti in fase di passaggio. Ognuno di questi dispositivi è composto da una parte ricevente e una trasmittente. La cosa importante è che queste due parti siano perfettamente allineate per funzionare correttamente. Sarà quindi utile aiutarsi con una livella laser per controllare la perfetta corrispondenza di ricevente e trasmittente. Mediamente queste funzionano a batteria, e possono coprire una distanza di 10 metri.

Costo automazione cancello battente

Rimane un'ultima domanda da porsi prima di motorizzare il nostro cancello: quanto costa automatizzare un cancello a battente? Il prezzo di un montaggio kit cancello battente varia ovviamente a seconda della grandezza e del peso della nostra cancellata. Solitamente sopra i 400 Kg di peso i prezzi salgono rapidamente sopra i 1000 €, ma ovviamente l'altro fattore che influisce sul costo è la necessità di avvalersi di un elettricista per completare l'operazione. Nel caso fossimo dei discreti elettricisti fai da te, ecco che il prezzo scenderebbe sensibilmente.

Vai all'articolo precedente:Come installare un videocitofono
Vai all'articolo successivo:Come fare un impianto di videosorveglianza
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta

ATTENZIONE

 

A causa dell'emergenza Covid-19, potrebbero verificarsi dei ritardi nella consegna della merce.

Ci scusiamo per il disagio e ringraziamo i nostri gentili clienti.

 

LoginAccount
Torna su
Cookie Image