Sicurezza in casa: sorvegliare l'abitazione anche da remoto

23 Maggio 2022
Sicurezza in casa: sorvegliare l'abitazione anche da remoto

Di questi tempi il tema della sicurezza in casa si lega inevitabilmente con quello della tecnologia. I numeri indicano un calo dei furti, negli ultimi anni, e questo è dovuto in buona parte all'introduzione di impianti di sicurezza per la casa sempre più affidabili e che permettono funzionalità che fino a qualche tempo fa sembravano pura fantascienza, come sorvegliare casa da lontano attraverso telecamere di videosorveglianza collegate direttamente al proprio smartphone, oppure sensori sempre più sofisticati che lavorano di concerto con tutti gli altri sistemi della casa grazie a centrali domotiche.

Vediamo di seguito quali sono i sistemi di sicurezza per la casa fondamentali per mettere in sicurezza la casa dai furti.

Come rendere la propria casa più sicura

Videocamere di sorveglianza per la casa

Ad oggi un impianto di videosorveglianza che permetta di sorvegliare casa da smartphone è alla portata di tutti, sia per semplicità di utilizzo che per costo d’acquisto. Nello scegliere le telecamere di sicurezza per casa bisogna orientarsi verso prodotti che integrano la tecnologia IP, che di fatto si comportano come un computer, raggiungibili dalla rete. Si tratta del cosiddetto IoT, l'internet degli oggetti (Internet of Things).

Le telecamere IP sono per natura molto delicate, di conseguenza conviene sempre scegliere prodotti di brand importanti che garantiscano affidabilità anche nel tempo, con aggiornamenti, supporto tecnico, software. In particolare è bene assicurarsi che la app per videosorveglianza sia sempre aggiornata e di facile utilizzo.

Rilevatore di movimento

Come rendere sicura la casa in caso di effrazioni ma senza incappare in falsi allarmi, in particolare se possediamo degli animali domestici? La soluzione è installare rilevatori volumetrici digitali in tecnologia a infrarosso (PIR), che garantiscono il più alto grado di affidabilità nella rilevazione del movimento, senza incorrere in falsi allarmi.

Sensore di movimento a tenda

Un rilevatore di movimento a tenda rileva la presenza di intrusi in un'area ristretta e limitata: tipicamente si parla di sensori a tenda per porte e finestre, dal momento che l'area di rilevazione "a tenda" consiste in una barriera verticale che deve essere attraversata per far scattare l'allarme.

Contatto Magnetico

Tra i componenti più efficaci e importanti di un sistema anti intrusione casa, i contatti magnetici per antifurto offrono una soluzione versatile e molto economica per il controllo del perimetro della propria abitazione.

I sensori magnetici vengono usati per allarmare porte e finestre e si applicano all’interno dei due battenti dell’infisso. Il materiale ferromagnetico di cui sono composte le lamelle interne dei contatti genera un campo magnetico che, al momento dell’apertura della porta, viene interrotto e causa un cortocircuito.

Sirena da esterno

In generale è buona norma installare almeno una sirena all’esterno. La sirena installata all’esterno serve sia come prodotto deterrente per informare l’eventuale malintenzionato che l’abitazione è protetta da un sistema di allarme, sia nel caso scatti l’allarme per attirare l’attenzione di vicini, passanti o forze dell’ordine e quindi mettere in fuga il ladro.

Vai all'articolo precedente:Sensori a tenda: a cosa servono e come funzionano
Vai all'articolo successivo:Antifurto casa: quale scegliere e quali caratteristiche deve avere
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.

Iscriviti alla Newsletter ed ottieni il 10% di Sconto!

Subito per te un Coupon da utilizzare sul Tuo Acquisto!

Iscriviti subito×
Torna su